Concorsi a Premi

Premi

Giochi Online

Guadagnare su Internet

Sconti e Promozioni

Normativa Concorsi a Premi

Procedura e Regolamentazione delle Manifestazioni a Premi: Concorsi e Operazioni a Premio

CONCORSI A PREMIO E OPERAZIONI A PREMIO

Le regole sulle manifestazioni a premio sono regolate dal DPR 26 ottobre 2001, n. 430. Si identificano due tipologie di Manifestazioni a Premio:
I concorsi a premio, in cui l'attribuzione dei premi dipende dalla sorte, dall'abilità o dalla capacità dei concorrenti.
Le operazioni a premio, in cui l'attribuzione dei premi è associata all'acquisto di un determinato prodotto o servizio.

CONCORSO A PREMIO

Il concorso a premio è un'iniziativa diretta a favorire, nel territorio dello Stato italiano la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi oppure la vendita di beni o servizi, attraverso la promessa di premi. Può avere fini anche in parte commerciali.

I premi messi in palio consistono in beni, compresi beni immobili, servizi, sconti di prezzo. Non possono essere ricompresi tra i premi il denaro, i titoli di prestito pubblici e privati, i titoli azionari, le quote di capitale societario e dei fondi comuni di investimento e le polizze di assicurazione sulla vita.

Nel concorso a premio l'assegnazione dei premi dipende:

  • dalla sorte;
  • da un congegno o da una macchina;
  • dall'abilità dei concorrenti chiamati ad esprimere giudizi o pronostici relativi a manifestazioni sportive, letterarie, culturali, a rispondere a quesiti o ad eseguire determinate attività;
  • dall'abilità dei concorrenti ad adempiere per primi alle condizioni stabilite dal regolamento della manifestazione.

I premi messi in palio devono essere consegnati agli aventi diritto entro il termine di sei mesi dall'individuazione dei vincitori.
La partecipazione al concorso a premio per i concorrenti è gratuita, salvo le ordinarie spese di spedizione, telefoniche (o di invio di SMS) o di spese di connessione ad internet necessarie ai fini della partecipazione.
Il termine massimo di durata di un concorso a premio è di un anno, a partire dalla data di inizio, che coincide con il giorno nel quale viene fatta pubblicità all'iniziativa, con termine il giorno di individuazione dei vincitori.

IL PROMOTORE O I SOGGETTI PROMOTORI

Il concorso a premio può essere promosso solo da imprese produttrici o commerciali fornitrici o distributrici dei beni o dei servizi al fine di promozionare i propri beni o servizi.
Le imprese possono anche essere straniere, senza sede stabile in Italia ma, in tal caso, devono avvalersi di un rappresentante fiscale, residente nel territorio dello Stato, nominato con le modalità e gli effetti di cui all'art. 17 del DPR 26/10/1972, n. 633 e successive modificazioni.
Il concorso può svolgersi anche in associazione tra più imprese ove ciascuna promozioni con la medesima iniziativa i propri beni o servizi.

ADEMPIMENTI A CARICO DEI PROMOTORI

Lo svolgimento delle manifestazioni a premio non richiede autorizzazioni specifiche ed i principali obblighi previsti sono:

  1. una preventiva "comunicazione di svolgimento" al Ministero, tramite l'apposito modello Prema CO/1, cui va allegato il regolamento;
  2. una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, in caso di meccaniche di gioco particolari;
  3. la documentazione originale relativa alla cauzione prestata a garanzia dei premi promessi.

Preventiva "comunicazione di svolgimento"

Entro 15 giorni antecedenti la data di inizio del concorso (15 gg. di calendario, escludendo il giorno del concorso) l'impresa deve compilare le diverse sezioni da A a M del modulo Prema CO/1, allegando il regolamento del concorso, che deve indicare:

  • soggetti promotori;
  • durata;
  • ambito territoriale;
  • modalità di Svolgimento;
  • natura e valore indicativo dei premi messi in palio;
  • termine della consegna;
  • dati delle Onlus alle quali devolvere i premi non assegnati.
  • attraverso quali canali i destinatari del concorso a premio devono venire a conoscenza dell'iniziativa premiale.

In caso di modifiche successive del regolamento è necessaria un'apposita comunicazione al Ministero il giorno stesso in cui le stesse hanno effetto o per modifiche sostanziali almeno 15 gg. prima.

Dichiarazione sostitutiva di atto notorio

Nel caso di sistema di rinvenimento immediato dei premi messi in palio dal concorso (meccanica di concorso "instant win"), l'inserimento di tagliandi o altri elementi vincenti tra quelli non vincenti, il promotore deve certificare tramite dichiarazione sostitutiva, la conformità del sistema in parola al regolamento.

Documento originale di cauzione prestata a garanzia dei premi promessi

La cauzione è pari al 100% del valore complessivo del montepremi, determinato ai fini dell'imposta sul valore aggiunto o dell'imposta sostitutiva, ma al netto della relativa imposta. Il beneficiario è il Ministero dello Sviluppo Economico ed ha scadenza non inferiore ad un anno dalla conclusione del concorso.
La cauzione è prestata mediante deposito in denaro o in titoli di Stato presso la Tesoreria provinciale dello Stato o mediante fidejussione bancaria o assicurativa.

COMUNICAZIONE AL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

La comunicazione va trasmessa al Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale mercato, concorrenza, consumatore, vigilanza e normativa tecnica Divisione XIX – Manifestazioni a premio.

L'inoltro può essere effettuato esclusivamente tramite il servizio telematico Prema on-line, attivo sul dominio www.impresa.gov.it. Il servizio Prema on-line è l'unico canale di trasmissione. Tuttavia, se il sistema telematico rilascia informazione secondo cui il servizio Prema on-line è inattivo, l'impresa potrà trasmettere il regolamento firmato digitalmente, nonché il foglio contenente la schermata di blocco del servizio mediante posta elettronica con firma digitale all'indirizzo di posta elettronica m.premio@sviluppoeconomico.gov.it, all'indirizzo PEC imp.mccvnt.div19@pec.sviluppoeconomico.gov.it e a quello dei Monopoli di Stato giochi.concorsiapremio@aams.it.

ASSEGNAZIONE DEI PREMI E TERMINE DEL CONCORSO

Per la fase di assegnazione dei premi e al termine del concorso a premio l'impresa deve richiedere l'intervento di un notaio oppure di un funzionario della Camera di Commercio territorialmente competente, nominato responsabile della fede pubblica, per la redazione dei verbali secondo le modalità di cui all'art. 9 del D.P.R. n. 430/2001. Spetta alle imprese, e non più alle Camere di commercio o ai notai, trasmettere tramite "Prema on-line" i verbali di chiusura. (Modelli Prema CO/PV e Prema CO/2). Il ministero, verificato - anche tramite i verbali di chiusura - il regolare svolgimento della manifestazione, determina lo svincolo della cauzione prestata.

Social

Newsletter